MIRSAD HERENDA
Opere recenti

Siamo lieti di sostenere la prima personale di Mirsad Herenda. Opere in ferro di varie dimensioni, tra cui gli alberi sono i soggetti prediletti.

Ogni opera è frutto di un lavoro paziente. Ogni ramo e ogni componente formale scaturisce, infatti, dall'azione di saldatura che mano a mano scende nel dettaglio e si fa più accurata e precisa. 

Una particolarità nelle opere di Herenda sta proprio nella volontà di conservare traccia del lavoro, cosicché il terreno nel quale gli alberi affondano le loro radici è dato dall'accumulo di filamenti e altri materiali: si tratta di un sottobosco che è allo stesso tempo metaforico e fortemente reale, così come le spoglie di arbusti e rami rammentano la condizione dolorosa dell'esistenza e dell'abbandono. Condizione che rimanda al vissuto prima ancora che a scelte estetiche. Il ferro poi è lasciato spesso esposto all'azione degli agenti atmosferici che ossidandolo completano l'azione dell'artista.

Quella di Herenda è infatti una scultura ostinata. - afferma il curatore Domenico Maria Papa - È costruita, pezzo per pezzo, attraverso meticolosi passaggi di saldatura, partendo dai rami più piccoli, per costruire gli alberi e con gli alberi interi boschi e paesaggi. Nulla va perduto: anche il più trascurabile residuo, quel che avanza, lo scarto della fusione che altrimenti verrebbe pulito via, è compreso nella scultura. È come dire che nel lavoro dell'uomo, che sia ben fatto oppure no, che sia bello o malvagio, nulla davvero può essere dimenticato. Tutto rimane.”

Mirsad Herenda nasce nel 1967 a Gorazde, Bosnia-Erzegovina. Dopo aver vissuto in prima persona gli anni drammatici della guerra seguita alla dissoluzione della Jugoslavia, ha studiato scultura dal 1996 a 2002 a Sarajevo. Si è trasferito nel 2007 a Brema dove ha continuato il suo percorso formativo e dove attualmente vive e lavora. Ha esposto in importanti spazi pubblici e privati. In Italia, nel 2017, ha partecipato alla mostra Artsite Residenze Reali, rassegna annuale dedicata all'arte nelle dimore sabaude del Piemonte.

Antico Oratorio della Passione 
Piazza Sant’Ambrogio 23/A, Milano
dal 12 al 18 febbraio 2018

LUN-SAB dalle 13:30 alle 19:30 
DOMENICA dalle 10:00 alle 20:00

Per informazioni: Matthias Ritter 366 1830031
http://www.galleriabiancamariarizzi.com/